La stagione dei matrimoni ha inizio, non che in inverno non si sposi nessuno eh badate bene, ma diciamo che la bella stagione va per la maggiore. Cosa indossare ad un matrimonio?…è la domanda che scatta nella testa di ognuna di noi nel momento in cui riceviamo l’invito. Essendo che Blery si sposerà a giugno, allora cogliamo l’occasione per rispondere con questo articolo anche alle domande e perplessità di qualche amica. 🙂

Essere invitati ad un matrimonio per una donna, molto spesso diventa un vero e proprio dramma.
Ci conosciamo e noi donne siamo fatte così,  sempre indecise sui vestiti da indossare fino all’ultimo secondo, tanto da andare in panico e recitare quella solita frase “Non ho nulla da mettere!”.
Per calmare gli animi delle donne infastidite da questo problema bisogna accontentare il proprio gusto stando comunque al passo con la moda.

Scegliere un abito da matrimonio non è affatto semplice, bisogna tener conto di diverse circostanze. 

L’atmosfera ad esempio è da tenere in considerazione, se si tratta di un matrimonio “serale” dall’atmosfera classica ed elegante si consiglia di indossare un abito lungo, con un drappeggio morbido che accompagna la gonna, ma che modelli la parte superiore del vostro corpo evitando però l’eccessiva scollatura, avere un dècolletè generoso e poco pronunciato è un inizio per esser consoni alla parola ELEGANZA.

In caso il matrimonio sia serale, come lo sarà quello di Blery, magari in spiaggia e informale, allora si può eccedere un pochino di più senza tener troppo conto del bon ton. Questo però non vuol dire tutti nudi eh… 🙂 Diciamo che in questo caso SI ad abiti lunghi, svolazzanti e magari con scollatura più profonda. Noi siamo solite a preferire le scollature sulla schiena, troviamo siano più eleganti e raffinate.

L’invitata speciale ad un matrimonio, come si evince dal titolo, deve presentarsi con un ulteriore fascino rispetto agli altri invitati, ma non tanto da sovrastare quello della sposa.

Image source: google e pinterest

Il vestito sopra riportato ad esempio è uno Chiffon Plissè da damigella, scollo a V e molto garbato. E’ un bel vestito, dal colore non troppo acceso, ma che riesce allo stesso tempo a catturare l’attenzione grazie alla gonna propensa e quasi velata, dotato di fiocco posteriore che è in questo caso diventa proprio il fiore all’occhiello. Come vedere la scollatura c’è, nella parte anteriore meno pronunciata, in quella posteriore più profonda, ma rimane comunque elegante.

A proposito di fiocchi ed accessori di cui un indumento veste, a volte è necessario spezzare la semplicità di un abito dando così maggiore importanza quando lo si indossa. Molto carine sono le collane a colore acceso quando la scollatura profonda ne permette la visione, o dei bracciali quasi a fare contrasto con il colore del vestito scelto.

Per chi invece ama giocare con i colori e le tonalità, vi riportiamo un bellissimi Ponovias dai colori giallo e verde. Così sicuramente non passerai inosservata e sarai un invitata speciale.

Image source: google

Come dicevano poco fa, prendendo in esempio il matrimonio di Blery, se l’atmosfera è meno rigida e più spensierata si può far uno strappo alla regola esagerando un po’ con i colori, la scollatura e i modelli dei vestiti da poter indossare. Ad esempio un vestito rosso acceso, off shoulders, con gonna corta ampia, contornata da un tulle rosso chiaro che riempie ancor di più il tessuto sottostante. Volendo si può scegliere anche uno spezzato, camicia elegante e gonna ampia per chi ama i volumi, in questo caso va bene sia lunga che midì, o perché no, una gonna pantalone.

Image source: pinterest

 

Questi sono alcuni consigli da prendere in considerazione quando si è in totale confusione nel trovare “ l’abito giusto” e su cosa indossare ad un matrimonio. Rispettare le regole del proprio gusto, tenendo in considerazione quelle della moda del momento, facilita la scelta dei capi in riferimento a qualsiasi tipo di atmosfera che si presenta.

Voi cosa scegliereste tra le proposte di questo articolo? Proponi anche tu l’outfit che vorresti e che non abbiamo menzionato. Siamo curiose di leggervi.

 

 

Con questo articolo partecipo al concorso #unblogalmese del mese di marzo 2019 indetto dal blog Trippando,

You May Also Like