Oggi, in collaborazione con Annamaria Iannelli, vi vogliamo portare a Otranto, raccontando la sua esperienza.

A metà luglio ho trascorso un weekend nella fantastica Otranto, città situata sulla costa orientale della penisola salentina, il punto più ad est dello stivale.

Prima di partire avevo una percezione diversa, ero convinta che la visita del centro abitato avrebbe richiesto una durata maggiore, se dovessi darvi un consiglio: se scegliete di pernottare in questo comune è sufficiente rimanere due giorni, altrimenti la vostra permanenza rischia di essere noiosa.

Cosa fare a Otranto:

Del territorio sono rimasta colpita maggiormente da Castro e dalla sua splendida Grotta di Zinzulusa. Impossibile non fare un viaggio nel passato, sappiamo benissimo che la posizione geografica è stata teatro di invasioni, ne sono testimoni le numerose mura difensive. Insomma, se dovessi riassumere la mia esperienza direi: “Otranto, un tuffo nel passato”, ogni singola attrazione ha suscitato in me interesse, per qualche istante ho avuto l’impressione di vivere in un’altra epoca. Il luogo è molto nostalgico, specie se percorso con una pioggia intensa (eccezionalmente quest’ anno è stato un luglio piovoso).

Risulta particolare e unica al mondo la Cava di Bauxite, situata nell’ entroterra. Piacevole da ammirare il suo paesaggio, la sovrapposizione dei colori, sembra quasi di stare nel deserto anche per la temperatura particolarmente alta. Tra le numerose attrazioni, non potete andar via se non avete visto questo posto magnifico, credo che non appena avrete la possibilità di giungervi la prima cosa che farete sarà girarvi attorno, vi sembrerà di essere piccoli. Non c’ è cosa più bella che vivere il contatto con la natura, oltre a fare una splendida visita culturale a Otranto città potrete vivere qualcosa di unico.

otranto
otranto
otranto

Grotta di Zinzulusa:

La Grotta di Zinzulusa è meravigliosa, perché vi consente di sognare, mare stupendo e stalattiti e stalagmiti che fungono da cornice magica.

Al suo interno noterete un rialzo di temperatura, ma niente di così eccessivo, se si tratta di una visita in piena estate sentirete solo un leggero distacco termico. Come resistere al blu marino? la splendida escursione in barca mi ha consentito non solo di vivere il luogo appieno, ma anche di avere nella mente un ricordo a dir poco piacevole.

 

I motivi per andare in Salento sono numerosi, spero che la bellezza fotografica possa aver risvegliato in voi quel desiderio di scegliere Otranto come destinazione. In maniera più approfondita però, ve ne parlerà Blery in uno dei prossimi articoli. Salento per lei è ormai un punto fisso, è passata da Otranto ad Ostuni per poi spingersi fino alla punta dello stivale.

Intanto vi lasciamo ricordandovi di iscrivervi alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornati e seguiteci su instagram stories per vedere in diretta la meta delle nostre vacanze 2019.

You May Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *